Collezione: Sali

SA.NI.MA Sale di Trapani Storiche Saline Galia

Percorrendo la Via del Sale, che da Trapani arriva a Marsala, scopriamo uno luoghi più suggestivi del nostro territorio, le Saline.
Sono grandi vasche colme di acqua marina che, a seconda del periodo, possono avere colori diversi, e da cui i salinai raccolgono, da Agosto in poiil sale marino.

Le vasche insieme ai lunghi canali coprono un vasto territorio che arriva fino al mare, mentre, antichi mulini si intravedono tra i bianchi cumuli di sale.

Le montagne di sale bianchissimo, prodotto a Trapani nelle saline a due passi dalla città, che possiamo ammirare in agosto sono il risultato di un lungo lavoro fatto dal sole e dal vento nei mesi estivi in sinergia con l’esperienza e l’ingegno dell’uomo.

Massimo Daidone, segue da decenni il lavoro nella salina Galia e grazie alla sua passione e alla sua esperienza permette alla SA.NI.MA. di produrre un sale con alte qualità organolettiche.

La Riserva Naturale Orientata Saline di Trapani e Paceco, è gestita dal WWF dal 1995, e comprende un territorio di oltre mille ettari nella quale si trova anche la nostra salina Galia.

La conservazione, dal punto di vista naturalistico, di questo straordinario habitat ha permesso, a molte specie di animali e di piante, di sopravvivere,  permettendo, grazie alla sua salubrità, una delle attività più antiche del nostro territorio, la coltivazione del sale marino.

Potremmo dire che la Riserva delle Saline è lo splendido risultato del connubio tra lavoro umano e natura.
L’esistenza delle saline risale al tempo in cui i Fenici vivevano nel nostro territorio.

Furono  proprio questi abili commercianti ad  individuare,  nella costa trapanese,  bassa, calda e  ricca di venti,  il luogo ideale per la coltivazione del sale.